IMPROVVISAZIONE TEATRALE

con Quinta Tinta
Venerdì 13 maggio 2011 ore 21-23
Sabato 14 maggio 2011 ore 11-13
LAB 4, Museo Regionale di Scienze Naturali

Quinta Tinta
www.quintatinta.it

Il fascino indubbio che l’improvvisazione teatrale esercita sull’attore e spettatore deriva dalla contemporaneità tra nascita dell’evento artistico e fruizione dello stesso, dalla consapevolezza di partecipare a un evento creativo unico e irripetibile. Nella metodologia del lavoro è sempre presente l’aspetto ludico, al fine di sdrammatizzare le resistenze psicologiche che possono comparire nel lavoro di creazione e di messa in gioco di se stessi di fronte al giudizio degli altri o di un pubblico.

Si tenderà, in tal modo, a creare un armonico clima di lavoro e di scambio, all’interno del quale possano emergere le qualità di ognuno. L’improvvisazione ha poche regole, semplici, ma fondamentali: l’ascolto, l’attenzione, la disponibilità alle proposte degli altri e alla creazione collettiva.  L’acquisizione di codici di lavoro e di linguaggio comuni servirà per arrivare alla realizzazione di scene teatrali improvvisate, utilizzando in maniera costruttiva ogni tipo di stimolo dato.

L’attività si articola in tre fasi: Stimolo dei meccanismi creativi (in cui viene proposto un lavoro di ricerca e stimolo dei processi creativi individuali, in modo da spostare idealmente la condizione di semplice attore a quella di autore/attore), Creazione collettiva (dove sono analizzate le regole e i procedimenti che favoriscono l’improvvisazione fra due e più attori, l’ascolto e la disponibilità verso l’altro), Creazione della struttura (fase finale del lavoro in cui le capacità individuali e la disponibilità verso gli altri attori sono messe al servizio della creazione di una struttura globale, di uno sviluppo narrativo e drammaturgico dell’improvvisazione).

QUESTO WORKSHOP È COMPLETO!
Se sei interessato iscriviti lo stesso, sarai in lista d’attesa!


Annunci